Palermo: ucciso in strada a colpi di pistola il boss Dainotti

Palermo: ucciso in strada a colpi di pistola il boss Dainotti

Un agguato il giorno prima della strage di Capaci. Giuseppe Dainotti, boss mafioso di 67 anni è stato ucciso questa mattina a colpi di arma da fuoco.

Dainotti, noto esponente di spicco di Cosa Nostra e fedelissimo al capo mafia Salvatore Cancemi, era in bicicletta in via d’Ossuna, nel popolare quartiere della Zisa, quando è stato affiancato da due killer che hanno iniziato a sparare colpendolo alla testa. Per l’uomo non c’è stato nulla da fare, Giuseppe Dainotti è morto sul colpo.

Il Boss era stato condannato all’ergastolo, ma poi nel 2014 era riuscito ad uscire dal carcere tra le varie polemiche. Era uno dei personaggi forse più importanti negli organigrammi mafiosi. Come è stato anticipato precedentemente, era riuscito a uscire dal carcere nonostante l’ergastolo, anche grazie ad una sentenza della Corte Costituzionale che bocciò l’ergastolo retroattivo perchè definito illegittimo. In quell’occasione la Cassazione ha dovuto commutare la pena a diversi esponenti precedentemente anch’essi condannati all’ergastolo. Dunque, Dainotti insieme ad altre persone era riuscito a uscire dal carcere per espiazione della pena.

Ma in quegli anni i carabinieri hanno cercato comunque sia, di tenerlo sotto torchio e dalle indagini erano emerse degli indizi che facevano presagire che Dainotti era nel mirino dei clan avversari. Andava eliminato al più presto. Alcuni degli avversari del boss mafioso erano stati arrestati nel corso di in un blitz. Ma la condanna a morte dell’uomo è stata ugualmente eseguita questa mattina intorno alle ore 7.50.

A chiamare la polizia sono stati alcuni residenti che sentendo alcuni spari hanno visto il corpo dell’uomo riverso a terra. Sul luogo del delitto sono giunti il pm della Dda Anna Maria Picozzi e la squadra mobile.

La testimone

A sentire due colpi di arma da fuoco anche una donna di origini tunisine. Pensava si trattasse di giochi d’artificio, ma in realtà non era proprio così. Si è affacciata dal suo balcone e ha visto un uomo a terra tutto sanguinante. In strada non c’era nessuno. Poco dopo è arrivato un ragazzo che ha riconosciuto immediatamente la vittima, si trattava di suo zio. Subito dopo sono arrivate le auto dei carabinieri e della polizia.

 

Palermo: ucciso in strada a colpi di pistola il boss Dainotti ultima modifica: 2017-05-22T12:01:47+00:00 da Nadia Conace
The following two tabs change content below.
Questa notizia è stata letta 122 volte

Altri Post

Commenta anche tu..