Mafia: un marchio da business

Mafia: un marchio da business

Mafia: è una parola che tutti conosciamo e che accostiamo a eventi raccapriccianti; nel mondo invece è un marchio da business. E’ la denuncia di Coldiretti: il marchio “Mafia”, e i suoi sinonimi spopola in tutto il mondo  a rappresentare prodotti italiani nel campo agro-alimentare. A Catania il bar ” Mafiozzo”, in Inghilterra il “Chilli Mafia”, in Germania “Palermo Mafia shooting”, è tutto un richiamo ad una fenomeno sanguinoso che si associa al nome del nostro Paese. Ma non è finita qui, ovunque nel mondo ristoranti, pizzerie e molti portali online di vendita di prodotti alimentari riportano termini e nomi che richiamano il fenomeno mafioso, identificandolo con il Made in Italy: è scandaloso; è scandaloso che ci si permetta di accostare il nome del nostro paese a quello della mafia; è scandaloso che si trovi conveniente usare nomi, personaggi odiosi per quello che rappresentano, per intitolare un locale o una salsa. Senza contare il danno d’immagine del nostro paese. In Spagna la catena di ristoranti “La Mafia”, apparecchia i tavoli dei propri clienti accanto ai murales che rappresentano Lucky Luciano, Al Capone e altri criminali noti. Insomma il termine è diventato marchio garante dell’italianità dei prodotti! Speriamo che l’appello della Coldiretti a prendere provvedimenti per far terminare questo fenomeno sia preso in debita considerazione, perchè noi il termine Mafia lo accostiamo a quanto di peggio c’è al mondo e non a cose piacevoli come il cibo o i prodotti della nostra gastronomia, di cui andiamo fieri. E’ l’ennesimo schiaffo alla nostra nazionalità, ma sembra non interessare nessuno: dopo tutto sono solo affari.

Mafia: un marchio da business ultima modifica: 2016-03-11T09:09:01+00:00 da Maria A
The following two tabs change content below.
Non sono più giovanissima, ma con un grande gusto per la vita; sono stata dirigente d'azienda; mi occupo di sicurezza sul lavoro; adoro scrivere e leggere; tra le mie grandi passioni il cinema e il teatro. Collaboro con alcune testate online e con agenzie di web content.
Questa notizia è stata letta 292 volte

Altri Post

Commenta anche tu..