Le Sim sono ad una svolta

Le Sim sono ad una svolta

Le Sim,  schede con in chip che siamo ormai abituati ad inserire nel nostro telefonino per accedere ai servizi della telefonia mobile e ad internet, stanno per dirci addio. La Samsung, leader nel mercato degli smartphone, ha annunciato il lancio sul mercato della  eSim, un chip già presente nei dispositivi e non più fornito dalle case di telefonia che ci permetterà di scegliere, cambiare operatore telefonico con un solo clik, a seconda del vantaggio o l’esigenza del momento.

La eSim verrà inserita nello smartwatch Gear S2, venduto già a marzo. L’innovazione è stata  resa possibile dalla Gsma – l’associazione degli operatori di telefonia mobile del Mobile World Congress di Barcellona, al via nel fine settimana – che ha annunciato la disponibilità delle eSim per smartwatch, smart band e tablet.  Le  nuove schede per smartphone, invece, arriveranno a giugno.

L’innovazione è notevole: la Sim Card è associata a un operatore, e per cambiare compagnia bisogna cambiare anche la scheda. La eSim  invece, ti dà l’opportunità di cambiare operatore e offerta con un tocco sullo schermo. Quindi chiunque potrà scegliere il piano tariffario che più gli conviene al momento, a seconda dell’esigenza.

Altro vantaggio della eSim è la dimensione: piccolissima; questo rende possibile l’inserimento nello scheletro di uno smartwatch rispetto ad una Sim tradizionale, che pure da questo punto di vista ha fatto passi enormi: le prime schede,infatti, erano  grandi come una carta di credito; poi, negli anni, sono arrivate le ‘mini’, le ‘micro’ e le  ‘nano’. Cosa ci riserverà il futuro? non si sa: certo è che la tecnologia non si ferma e ci riserva sempre nuove sorprese.

 

 

 

Le Sim sono ad una svolta ultima modifica: 2016-02-25T13:28:08+00:00 da Maria A
The following two tabs change content below.
Non sono più giovanissima, ma con un grande gusto per la vita; sono stata dirigente d'azienda; mi occupo di sicurezza sul lavoro; adoro scrivere e leggere; tra le mie grandi passioni il cinema e il teatro. Collaboro con alcune testate online e con agenzie di web content.
Questa notizia è stata letta 324 volte

Altri Post

Commenta anche tu..