La sfida dell’uomo al computer

La sfida dell’uomo al computer

La sfida dell’uomo al computer si arricchisce di un altro round : alle 5 di stamattina (ora italiana) parte l’ennesima sfida dell’uomo alla macchina; il campo da gioco sarà l’antico gioco cinese da tavolo Go, considerato uno dei più difficili al mondo: a sfidare la macchina e il programma AlphaGo della Google DeepMind sarà, a Seul capitale della Corea, il campione mondiale Lee Sedol. Solo Non molti decenni fa si pensava fosse impossibile che una macchina potesse battere l’uomo in un gioco dove la fantasia, l’inventiva l’imprevedibilità umana la faceva da leone, poi nel 1997 l’epica sfida tra il campione mondiale di scacchi Kasparov e il computer dell’IBM si concluse con la sconfitta del campione russo. Alla sconfitta seguirono molte polemiche, sull’irregolarità della sfida e sulla possibilità che i programmatori avessero falsato i dati. Comunque, nonostante quella sfida, i campioni del genere umano, hanno continuato a cavarsela egregiamente nel confronto delle macchine. Il Go era uno dei pochi giochi al mondo che ancora era difficile, per un computer, vincere, ed è su questo tavolo che parte la nuova sfida. Battaglia che non è per nulla scontata, visto che il programma ha già battuto 5 a 0 il campione europeo del gioco. Si riteneva impossibile che ciò potesse accadere per il numero infinito di mosse che questo gioco ha, rispetto agli scacchi e quindi quasi impossibile per una macchina poterle prevedere tutte: ma la grande novità di questa Intelligenza artificiale sta nella sua costruzione: è stata realizzata prendendo come modello la rete neurale umana. La sfida si comporrà di 5 partite, giocate in sette giorni, a partire da oggi.

La sfida dell’uomo al computer ultima modifica: 2016-03-09T08:18:08+00:00 da Maria A
The following two tabs change content below.
Non sono più giovanissima, ma con un grande gusto per la vita; sono stata dirigente d'azienda; mi occupo di sicurezza sul lavoro; adoro scrivere e leggere; tra le mie grandi passioni il cinema e il teatro. Collaboro con alcune testate online e con agenzie di web content.
Questa notizia è stata letta 295 volte

Altri Post

Commenta anche tu..