Isis: video sulla strage di Bruxelles

Isis: video sulla strage di Bruxelles

L’Isis ha pubblicato su You tube un video per la rivendicazione della strage di Bruxelles: rivendicazione ed esaltazione, fanatismo e lucida follia accompagnano nelle parole che commentano le immagini.

Mentre il mondo resta sgomento e agghiacciato di fronte all’ennesima prova di ferocia dei terroristi, in Libia e in Siria si distribuiscono caramelle e dolcetti a uomini e bambini, per festeggiare le stragi in Belgio; i video continuano a girare indisturbati per la rete, come l’ultimo che è stato pubblicato dalla fondazione pro-Isis Battart Media su You Tube, che potete vedere qui sotto.

“Fratelli alzatevi! Reclamate la vostra vittoria, Andiamo, andiamo alla jihad!”, questo il grido ripetuto ossessivamente per tutta la durata del video, che dimostra quanto odio, quanto fanatismo cieco ci sia in queste belve che continuano ad invocare il nome di Allah mentre tolgono la vita ad altri esseri umani; Allah non è questo, Dio non è questo, ma è difficile da credere quando vedi i morti ammazzati tra le macerie di un’esplosione, quando la paura ti paralizza per un pericolo invisibile, ma allo stesso tempo tangibile. Il più grande danno dell’Isis è questo: farci provare terrore anche se non sappiamo bene per che cosa, paralizzarci e costringerci a guardare qualunque altra persona diversa da noi come un possibile nemico, instillare odio goccia a goccia anche verso chi non lo merita, per il solo fatto di non essere come noi. Se questo accade, allora l‘Isis ha vinto, la follia ha spazzato via la ragione, e non c’è più speranza di salvezza.

 

Isis: video sulla strage di Bruxelles ultima modifica: 2016-03-25T10:59:08+00:00 da Maria A
The following two tabs change content below.
Non sono più giovanissima, ma con un grande gusto per la vita; sono stata dirigente d'azienda; mi occupo di sicurezza sul lavoro; adoro scrivere e leggere; tra le mie grandi passioni il cinema e il teatro. Collaboro con alcune testate online e con agenzie di web content.
Questa notizia è stata letta 563 volte

Altri Post

Commenta anche tu..