Per colpa di un “like” su Facebook, 15 enne viene ucciso dall’amico

Per colpa di un “like” su Facebook, 15 enne viene ucciso dall’amico

Si susseguono senza sosta casi di cronaca davvero allucinanti, questa volta ad essere colpito dalla tragedia un ragazzo 15 enne che ha avuto la sola colpa di mettere un “like” su Facebook e commentare la foto di una ragazza, una sua coetanea. Alex Pititto, l’assassino, un anno più giovane della vittima, ha deciso di regolare i conti, freddandolo con un solo colpo di pistola regolarmente detenuta dal nonno.

Una volta ucciso, il ragazzo è andato dai carabinieri e ha confessato tutto. Ora gli inquirenti stanno indagando per capire meglio se ad aiutare l’assassino c’era stato anche un complice.

Francesco avrebbe compiuto 16 anni a luglio, e tra lui e Alex ci sarebbe una ragazza contesa. Alex avrebbe così dato appuntamento a Francesco in una zona isolata, sparando all’amico per poi costituirsi. I due frequentavano la stessa scuola e la stessa compagnia, come testimoniano molte foto postate sui social network.

Ma da quello che emerge in queste ultime ore, pare che il racconto dell’omicida fornito ai carabinieri, non sia del tutto convincente perchè sul luogo del delitto non sono stati trovati ne segni di colluttazioni e ne spari di pistola. Dunque, secondo gli uomini dell’arma, l’uccisione di Francesco possa essere avvenuta in un altro luogo diverso da quello in cui è stato rinvenuto il cadavere.

Al momento l’assassino si trova in custodia presso la cella di sicurezza della caserma dei carabinieri. Ma la famiglia di alex è ben nota alle forze dell’ordine. Infatti pare che il padre e i suoi fratelli siano stati arrestati lo scorso gennaio per un traffico internazionale di droga. L’operazione “Stummer” così chiamata dalla Guardia di Finanza di Catanzaro ha portato al sequestro in Colombiadi  ben 8 tonnellate di cocaina pronte per essere importate nel mercato italiano.

Gli amici della vittima intanto, hanno organizzato una fiaccolata, in memoria del povero Francesco, che si svolgerà per le vie della città quest’oggi. Quello che fa male di più di questa tragica e triste storia è che i due 15enni fossero amici.

Come può un’amicizia spezzarsi per un semplice diverbio? E’ vero ciò che si dice: “L’amicizia è in bocca a tanti ma nel cuore di pochi”.

Per colpa di un “like” su Facebook, 15 enne viene ucciso dall’amico ultima modifica: 2017-05-31T13:06:21+00:00 da Nadia Conace
The following two tabs change content below.
Questa notizia è stata letta 391 volte

Altri Post

Commenta anche tu..