Champions, Bayern-Atletico 2-1: che spettacolo!

Champions, Bayern-Atletico 2-1: che spettacolo!

Il Cholismo trionfa sul Guardiolismo. Era anche una sfida ideologica la semifinale BayernAtletico che ha visto i cholchoneros passare il turno e centrare la seconda finale di Champions in tre anni. Un risultato forse inaspettato, ma non dagli spagnoli che sanno sempre il fatto loro: il Bayern orfano di Robben, le ha provate davvero tutto mettendo sul campo tutte le qualità e le capacità di cui disponeva, nell’ultima decisiva partita europea guidata da Pep Guardiola, che ora saluterà tutti in direzione Manchester City, che a Madrid, questa sera, si giocherà uno storico accesso per il gran finale di Milano del 28 Maggio.

Il Bayern Monaco domina fin dall’inizio si diceva, crea tanto e schiaccia gli uomini di Simeone, che ormai si trovano a proprio agio nel chiudersi davanti all’area pronti a ripartire. La partita difensiva degli spagnoli scricchiola in qualche uscita ed è così che una punizione al limite su ingenuo fallo di Fernandez, genera il gol su deviazione di Alonso, che fa presagire una sicura affermazione dei bavaresi. Che potrebbero raddoppiare su un’altra ingenuità questa volta di Gimenez da cui scaturisce un calcio di rigore, che insolitamente Muller sbaglia facendosi ipnotizzare da Oblak. Nel secondo tempo, quando i tedeschi sono in controllo pronti ad addormentare la partita lavorando ai fianchi l’Atletico, la bottega del contropiede riapre, con Torres che ispira Griezmann abile a freddare Neuer in uscita.

Il gol ammazzerebbe chiunque, ma non il Bayern che si butta alla disperata e trova il raddoppio con Lewandoski che appoggia in rete il suggerimento di Vidal che vola a colpire di testa; la generosità dei bavaresi espone però nuovamente alla ripartenza, questa volta è Torres a procurarsi un rigore sacrosanto ma fuori area, che l’ex Milan e Liverpool si fa però parare da Neuer. Lo slancio riarma i locali che non riescono però più a bucare la banda di Simeone, che può festeggiare l’ennesimo capolavoro: non è da tutti in pochi anni ereditare un Atletico, eterna spalla delle big di Spagna e trasformarla con poche lire, in una corazzata capace di lottare ogni anno per la Liga e fare scalpi in seguito delle grandi d’Europa, con tanti giovani e giocatori creati dal nulla. Chapeau!!!

Champions, Bayern-Atletico 2-1: che spettacolo! ultima modifica: 2016-05-04T07:17:11+00:00 da Angelo Maria Castaldo
The following two tabs change content below.
Mi presento. Sono Angelo Maria Castaldo. "Critico" dei media locali. Laurea in Scienze della Comunicazione, Specializzazione in Web & Social Media Marketing, Master in Media Education e Stage londinese in Produzione di Contenuti Sportivi Multimediali. Esperienze radiotelevisive. Editore di carta stampata. Appassionato di calcio e fantacalcio. Viaggiatore errante. "Cultore" degli happy hour e dello street food. Web Content Editor & Copywriter per blog e siti di informazione. Social Media Manager per aziende, esercizi commerciali, enti, organizzazioni e liberi professionisti.
Questa notizia è stata letta 310 volte

Altri Post

Commenta anche tu..