Attentato a Manchester: bimbi tra le vittime

Attentato a Manchester: bimbi tra le vittime

Torna nuovamente il terrore in Gran Bretagna, questa notte un probabile kamikaze si è fatto esplodere al termine di un concerto all’Arena di Manchester. Tanti erano i giovani a partecipare a questo grande evento. Al momento il bilancio è di 22 morti e 59 feriti. Dalle indagini in corso pare che coinvolti all’attentato ci siano anche dei bambini, almeno 3.

L’esplosione è stata provocata da un attentatore suicida, ora bisognerà capire se ha agito da solo oppure no. Gli inquirenti non vogliono sbilanciarsi più di tanto, diffondendo l’identità dell’attentatore, perchè le indagini potrebbero essere compromesse.

Lo scopo del kamikaze era quello di creare più vittime possibili visto che l’intento era quello di farsi esplodere proprio nell’arena che ospita ben 21.000 posti a sedere. 

La ricostruzione dei fatti

Il tutto è avvenuto intorno alle 22:30 di ieri sera ora locale, subito dopo il concerto di Ariana Grande, popstar americana 24 enne molto amata dal pubblico inglese. Da una sua portavoce pare che la ragazza ne sia uscita illesa.

La struttura che ospita 21.000 posti pare essere la più grande arena indoor d’Europa. Moltissimi i giovani e giovanissimi presenti al concerto della cantante. Dapprima si è parlato di più esplosioni, ma poi ne è stata confermata soltanto una.

Fonti dell’ambasciata italiana riferiscono che al momento non ci sono italiani coinvolti.

La premier britannica Teresa May ha inviato a tutte le famiglie colpite da questa grande tragedia un messaggio di cordoglio e di profondo dispiacere per quello che è accaduto questa notte. Si tratta di un attentato terroristico a tutti gli effetti.

Per questa mattina a partire dalle ore 10:00 la premier ha convocato la riunione del Comitato per la sicurezza Cobra. May ha deciso di sospendere la campagna elettorale  per le elezioni che si terranno l’8 giugno. Inoltre sono stati rinviati comizi e i vari appuntamenti.

Ariana Grande su Twitter ha espresso parole di profondo dolore per la strage di questa notte. Intanto per molte famiglie ancora resta l’incertezza della sorte dei loro cari. Molti mancano ancora all’appello e l’angoscia delle famiglie si fa sempre più forte.

Secondo il quotidiano locale Evening News almeno 8 sono i dispersi tra i 14 e i 19 anni di età. Intanto i genitori rimasti feriti dall’attentato rifiutano di farsi curare. Vogliono dapprima conoscere il destino dei loro figli.

Attentato a Manchester: bimbi tra le vittime ultima modifica: 2017-05-23T11:17:42+00:00 da Nadia Conace
The following two tabs change content below.
Questa notizia è stata letta 166 volte

Altri Post

Commenta anche tu..