30 Aprile 1986: l’Italia su Internet

30 Aprile 1986: l’Italia su Internet

 30 Aprile 1986, l’Italia si collega ad internet, una tra le prime nazioni europee a compire l’impresa. Il segnale parte dal CNUNCE, centro universitario per il calcolo elettronico di Pisa per giungere in Pennsylvania. Anche se l’evento passò sotto silenzio perché erano i giorni del disastro nucleare di Chernobyl, fu straordinario: un vero primato italiano: Peccato che quel primato in seguito lo abbiamo perso. Gli autori di quel miracolo, che portò l’Italia nel mondo furono: Luciano Lenzini, Antonio Blasco Bonito, Marco Sommani. Il risultato fu straordinario, ma il lavoro oscuro che vi era alla base era ciclopico:era cominciato agli albori degli anni ’70 insieme allo sviluppo della rete della difesa militare americana, Arpanet, e in collaborazione con Khan e Cerf, i padri di Internet, e i ricercatori italiani convinti che sarebbe stata la storia del futuro. Non tutto fu semplice; quando il CNR aveva dato l’assenso al progetto per una spesa di 510 milioni di lire, dagli USA arrivò la notizia che l’hardware andava cambiato; la notizia gettò nello sconforto i ricercatori che avevano deciso di abbandonare, con rammarico, l’impresa e fu allora che arrivò la notizia più strabiliante: gli USA avevano deciso di regalare il nuovo software all’Italia, pur di continuare la collaborazione con quel gruppo di ricercatori illuminati, che erano tra i migliori in Europa. Tale fiducia era ben riposta, allora: oggi l’Italia è quartultima in Europa per utilizzo di Internet.

Per festeggiare degnamente la data del 30 aprile 1986, il premier Renzi ha annunciato che vi saranno manifestazioni in tutte le scuole e una manifestazione al CNR di Pisa il 29 aprile. Per ricordare e dare impulso all’evento, lancerà dalla città della torre pendente il primo bando su banda larga, che dovrebbe essere, si spera, un incentivo per il futuro dell’Italia in rete.

 

30 Aprile 1986: l’Italia su Internet ultima modifica: 2016-04-18T18:51:50+00:00 da Maria A
The following two tabs change content below.
Non sono più giovanissima, ma con un grande gusto per la vita; sono stata dirigente d'azienda; mi occupo di sicurezza sul lavoro; adoro scrivere e leggere; tra le mie grandi passioni il cinema e il teatro. Collaboro con alcune testate online e con agenzie di web content.
Questa notizia è stata letta 731 volte

Altri Post

Commenta anche tu..